LE TARTARUGHE MARINE

Chelon Iamydas      One Voice      One Voice

LE TARTARUGHE SONO UNO DEI GRUPPI PIU PRIMITIVI DELLA CATEGORIA DEI VERTEBRATIESISTENTI. IL FOSSILE PIU ANTICO E’ DI 230 MILIONI DI ANNI FA’. LE TARTARUGHE MARINE SONO CREATURE PREISTORICHE.ABITANO IL NOSTRO PIANETA DA PIU DI 100 MILIONI DI ANNI ED IN QUESTO MOMENTO QUESTO INVERTEBRATO E’ IN PERICOLO DI ESTINZIONE. LE TARTARUGHE INSIEME ALLA LUCERTOLA,SERPENTE E COCCODRILLO SONO RETTILI.

Chelon IamydasLepidochely Olivias

COSICHE’ LA TARTARUGA MARINA E’ UN INVERTEBRATO DI SANGUE FREDDO E UTILIZANO IL CALORE DEL SOLE PER RISCALDARSI,SOLO LA TARTARUGA LAUD O BAULA E’ CAPACE DI REGOLARE LA SUA TEMPERATURA. QUESTA SPECIE E’ CAPACE DI SOMMERGERSI FINO A LA PROFONDITA DI 1300 METRI QUESTA E’ LA PROFONDITA’ MASSIMA CHE E’ STATA REGISTRATA.

IN GENERALE LE TARTARUGHE PASSANO LA MAGGIOR PARTE DELLA SUA VITA IN MARE,LA FEMMINA ESCE DAL MARE E DEPOSITA PERIODICAMENTE LE SUE UOVA NELLA SPIAGGIA . ANCHE IL MASCHIO ESCE DAL MARE MA QUESTO ACCADE SPORADICAMENTE.

DEPOSITANO DA 50 A 200 UOVA PER NIDO. A SECONDA DELLA SPECIE LA INCUBAZIONE PUO’ DURARE DA UN MINIMO DI 45 GIORNI FINO A 75 GIORNI. SI PENSA CHE SOLO UNA DELLE 1000 TARTARUGHE ARRIVERA ALLA SUA MATURITA.

LA MATURITA’ SESSUALE STA ENTRO I 10 ANNI FINO AI 50 ANNIA SECONDA DELLA SPECIE. SI PENSA CHE QUALCHE SPECIE POSSONO VIVERE PIU DI 100 ANNI.

IN QUESTO MOMENTO ESISTONO 2 FAMIGLIE DI TARTARUGHE MARINE (PRIMA ERANO QUATTRO) .

 

LA FAMILIA DERMOCHLYDAE E LA CHELONIIDAE.

FAMILIA DERMOCHLYADE

dermochelys coriaceadermochelys coriaceadermochelys coriacea

OGGI RAPPRESENTATA IN UNA SPECIE .

LA TARTARUGA LAUD O BAULA (Dermochelys coriacea)

E’ LA TARTARUGA PIU GRANDE DEL MONDO, ARRIVA A MISURARE FINO A 2,4 METRI DI LUNGHEZZA E PUO’ RAGGIUNGERE I 500 KILOGRAMMI DI PESO.

IN QUESTO MOMENTO SECONDO LA LISTA ROSSA DELLE SPECIE IN PERICOLO DI ESTINZIONE, DE L’UNIONE MONDIALE PER LA SALVAGUARDIA DELLA NATURA (UICN) QUESTA SPESIE E’ IN GRAVE PERICOLO DI ESTINZIONE.

 

FAMIGLIA CHELOIIDAE.

AD OGGI RAPPRESENTATA IN 6 SPECIE.

TARTARUGA VERDE/ BIANCA E NERA. (Chelonia mydas)

Chelonia mydasChelonia mydasChelonia mydas

GLI ADULTI MISURANO 1,5 METRI DI LUNGHEZZA E POSSONO ARRIVARE A PESARE FINO A 230 KILOGRAMMI.E’ LA UNICA SPECIE ERBIVORA FRA’ LA SPECIE DELLE TARTARUGHE MARINE.

IN QUESTO MOMENTOLA LISTA ROSSA LA’ DA’ IN ESTINZIONE.

 

TARTARUGA CAREY. (Eretmochelys imbricada)

Eretmochelys imbricataEretmochelys imbricataEretmochelys imbricata

LA FEMMINA ADULTA MISURANO DA 60 A 95 CM DI LUNGHEZZA E PESANO INTORNO AI 60 KILOGRAMMI.

NELLA LISTA ROSSA E IN PERICOLO CRITICO DI ESTINZIONE.

 

LA TARTARUGA CAGUAMA. (Caretta caretta)

La Tortuga Cabezona o CaguamaLa Tortuga Cabezona o CaguamaLa Tortuga Cabezona o Caguama

GLI ADULTI ARRIVANO A MISURARE DA 9’ A 110 CM DI LUNGHEZZA E A PESARE FINO A 180 KILOGRAMMI.

SECONDO LA LISTA ROSSA E’ IN PERICOLO DI ESTINZIONE.

 

TARTARUGA GOLFINA O LORA. (Lepidochelys olivacea)

Tortuga Golfina o LoraTortuga Golfina o Lora

MISURA DA 50 A 70 CMDI LUNGHEZZA E PESA DA 35 A 50 KILOGRAMMI ANCHE QUESTA SPECIE E IN PERICOLO DI ESTIZIONE.

 

LA TARTARUGA LORA O KEMPI. (Lepidochelys kempi)

La Tortuga Lora o Kempi La Tortuga Lora o Kempi

MISURA 70 CM DI LUNGHEZZA E PES DA 35 A 70 KILOGRAMMI.

E’ IN PERICOLO CRITICO DI ESTINZIONE SECONDO LA LISTA ROSSA

 

TARTARUGA FRANCA ORIENTAL O KIKILA AUSTRALIANA. (Natator depresus)

Tortuga franca oriental o Kikila AustralianaTortuga franca oriental o Kikila Australiana

PUO’ CRESCERE FINO A UN METRO DI LUNGHEZZA E PESARE 90 KILOGRAMMI.

PER LA LISTA ROSSA NON CI SONO DATI PRECISI PER CONOSCERE LA CONDIZIONE ATTUALE DI QUESTA SPECIE.

 

we are ready to help - you also ?LE TARTARUGHE MARINE MIGRANO NE OCEANO VIAGGIANDO ANCHE PER 1000 KILOMETRI A VOLTE FINO A 6000 KILOMETRI PER ALIMENTARSI E RIPRODURSI ARRIVANDO IN SPIAGGIE E DEPONERE IN NIDI LE SUE UOVA.

LA PRIMA TAPPA DI VITA DELLA TARTARUGA MARINA E DE UNA ALTA MORTALITA AL MOMENTO DELLA INCUBAZIONE DELLE UOVA ED ANCHE AL MOMENTO DELLA SCHIUSURA DELLE UOVA PER USCIRE DAL NIDO. CON IL PASSARE DEL TEMPO AUMENTANO DI MISURA ED I PREDARORI HANNO MENO POSSIBILITA DI AGGREDIRLE.

PERO E LA PERSONA UMANA CHE CAUSA MAGGIOR DANNO CIBANDOSI DELLA SUA CARNE DELLE UOVA E COMMERCIALIZANDO LA SUA CORRAZZA.SONO VITTIME ANCHE DI CATTURA ACCIDENTALE DA RETI DI PESCA CHE NON SONO INDIRIZZATE ALLA PESCA DELLE TARTARUGHE.

LA CONTAMINAZIONE E’ UN’ALTRO FATTORE DI MINACCIA ED IL FATTO DI INGERIRE SACCHETTI DI PLASTICA PENSANDO CHE SONO MEDUSE. ANCHE LE COSTRUZIONI VICINO ALLA SPIAGGIA RIDUCONO IL SUO HABITAT TERRESTRE E LO SVILUPPO TURISTICO NON PIANIFICATO.

A CONCLUSIONE SI PUO’ AFFERMARE CHE TUTTE LE TARTARUGHE MARINE NEL MONDO SONO IN GRAVE PERICOLO DI ESTINZIONE IN BASE AI DATI FORNITI DA L’UNIONE MONDIALE PER LA NATURA (UICN). DOBBIAMO PRENDERE COSCIENZA CHE LA SITUAZIONE E VERAMENTE CRITICA PER LA SOPRAVVIVENZA DELLA TARTARUGA MARINA, TUTTI NOI SIAMO RESPONSABILI E AD OGNUNO DI NOI CONCERNE LA RESPONSABILITA’ IN QUESTA GENERAZIONE, E PER TUTTE LE PROSSIME GENERAZIONI DI SALVAGUARDARE QUESTA SPECIE.